Vuoi creare il tuo archivio con Project Marta?

Contattaci

Julian Opie

Julian Opie, nato a Londra nel 1958, si è diplomato presso il Goldsmith college of art nel 1982 ed ha iniziato a farsi conoscere come scultore a partire dalla metà degli anni Ottanta, nell’ambito della New British sculpture, caratterizzata dalla ricerca tra scultura e cultura urbana tradotte nell’impiego di materiali industriali e di scarto.

Fu a cavallo tra la fine degli anni Novanta e i primi Duemila che Opie mise a punto la sua cifra stilistica originale e riconoscibile. Opie si distingue per la semplificazione formale e l’utilizzo di campiture piatte, delimitate da una spessa linea di contorno; il suo repertorio comprende paesaggi, ritratti e soprattutto figure umane stilizzate in movimento o animate. Dedicandosi prevalentemente a pittura e scultura, la sua produzione parte sempre dal disegno e dall’immediatezza della linea ma si è sviluppata attraverso sperimentazioni che hanno coinvolto i media contemporanei spaziando dal dipinto alle immagini digitali, dalla scultura alle animazioni con led, dai video alle stampe lenticolari.

Le sue opere sono nelle più prestigiose collezioni internazionali, ha realizzato molti progetti pubblici tra cui quelli per il Dentsu Building, Tokyo (2002), City Hall Park, New York (2004), Mori Building, Omotesando Hill, Giappone (2006), River Vltava, Praga (2007), Phoenix Art Museum, USA (2007), Dublin City Gallery, Irlanda (2008), Seoul Square, Corea del Sud (2009), Regent’s Place, Londra (2011), Calgary, Canada (2012), The Lindo Wing al St Mary’s Hospital, Londra (2012) e le più recenti installazioni allo SMETS, Belgio, al PKZ, Zurigo e a Carnaby Street, Londra.

Nel 1995 vinse il Sargant Fellowship alla British School di Roma, tra il 1995 e il 1996 vinse la Residenza d’artista all’Atelier Calder a Sache e nel 2001 ha vinto il Music Week CADS, per la Migliore Illustrazione per l’album “Best of Blur”.

Opere di Julian Opie

Vuoi tutelare le tue opere con Project Marta?

CONTATTACI