Vuoi creare il tuo archivio con Project Marta?

Contattaci

Maura Banfo

Maura Banfo (1969) vive e lavora a Torino, dove, alla fine degli anni Novanta, ha iniziato una ricerca fatta prevalentemente di linguaggi fotografici e video, intervallati da sperimentazioni che spaziano dall’installazione alla scultura e al disegno.

Pur nascendo come scultrice, da sempre più appassionata alla potenza della materia che alla pittura, e nonostante il lungo percorso come braccio destro di un altro scultore, Luigi Mainolfi, Maura ha trovato nella fotografia il suo media più calzante, trasportando la sua visione tridimensionale all’interno dello spazio fotografico e nella tipologia di stampa.
Le sue sono immagini evocative, note per la loro capacità di raccontare brevi storie in cui gli oggetti sono testimoni silenziosi di ciò che è oppure è stato. Ciò che di regola riconosce una chimera diventa un tuffo emozionante nel mistero della forma.
Un lavoro di raccolta di emozioni e suggestioni sotto forma di lunghi scritti, scatti e disegni, poi elaborato e tradotto in lavori dalla poetica molto diretta, in cui il pubblico può immedesimarsi e trovare un significato privato.

I lavori di Maura sono stati esposti in occasione di numerose mostre per­son­ali e col­let­tive in Italia e all’estero, tra cui Villa Giulia (Verbania), Palazzo Reale Arte alle Corti (Torino), SPSI Art Museum (Shanghai), Palazzo Birago (Torino), Castello di Rivara Fondazione Paludetto (Torino), Galleria Alessandro Bagnai (Firenze), Castel S’ Elmo (Napoli),  Corpo 6 Galerie (Berlino), Fondazione Ferrero (Alba), Triennale Bovisa (Milano), Ateliers d’artistes (Marsiglia), Musee Espace Malraux (Chambery), Galleria AP4-ART (Ginevra), Arco (Madrid), Museo De Republica (Rio De Janeiro), Palazzo Bricherasio (Torino), Galleria Civica (Trento), Istituto Italiano di Cultura (Budapest), Galleria Fraktal (Cracovia)…
Tra le partecipazioni della Banfo, nel 2012 al Festival Internazionale della Televisione di Shanghai, nel 2010 a New York per il progetto Polaroid AIPAD, a marzo 2014 è stata l’unica artista italiana in residenza alla Fondation pour l’art la Napoule (Mandelieu-Cannes, France).

Il suo lavoro è presente in molte collezioni private e pubbliche, tra cui citiamo la Gam Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino,  il Castello di Racconigi, l’Unicredit Private Banking, il Museo della Fotografia di Cinisello Balsamo, l’Istituto Garuzzo per le Arti Visive, la Fondazione Castello di Rivara, Novella Guerra.

Opere di Maura Banfo

Il tempo dei luoghi

Maura Banfo
2016  

L’ascolto

Maura Banfo
2016  

Vuoi tutelare le tue opere con Project Marta?

CONTATTACI