Vuoi ricevere maggiori informazioni su questa opera?

Clicca il tasto qui sotto e compila il form con i tuoi dati.
Il nostro team si metterà in contatto con te per darti tutte le informazioni che stai cercando.

Richiedi Scheda Tecnica Project Marta

INTERNO

Autore:

Anno:   

Galleria:   
Materiali: , ,

L’opera Interno è una tecnica mista su carta, completa di vetro dipinto di nero e cornice in legno.

Interno è un lavoro che fa parte di una serie di diversi elementi. Si tratta di opere caratterizzate da scenari visibili solo in parte, avvolti nel fumo e nella polvere, che rivelano scorci di realtà, vedute di interni ed esterni.

Interno fa parte di una serie, ed è realizzato con materiali che dovrebbero garantire una certa durabilità: Enrico Tealdi infatti utilizza principalmente materiali già testati, o che comunque offrono garanzie di durata nel tempo.

L’effetto ricorda quello degli specchi d’argento intaccati dall’umidità e parzialmente anneriti, in cui non è possibile specchiarsi per intero. In questo caso l’immagine è come graffiata, usurata, frammentata, ed è necessario avvicinarsi per leggerla meglio.

Estratti dall’intervista tecnica a Enrico Tealdi:

“Le serie intitolate Interno o Mirror invitano entrambe lo spettatore ad avvicinarsi e guardare, quasi spiare all’interno del quadro. Nel primo caso ovviamente si tratta di spazi chiusi, i secondi sottolineano ancor più l’effetto a specchio della superficie nera che compone l’opera e nasconde parte della scena. Chi si avvicina all’opera si riflette in essa e diventano un tutt’uno, in un intimo coinvolgimento emotivo.”

“Acquisto i materiali che utilizzo nei negozi di articoli di belle arti, ma non ho un solo punto di riferimento. Frequento anche molti mercati dell’usato, dove mi imbatto in carte interessanti, nelle cornici per i miei lavori. Sono un po’ un maniaco in questo senso,  giro per mercati e raccolgo cornici molto semplici, non cerco elementi che attirino l’attenzione, poi le tingo e rendo neutre, anonime, tutte con la stessa tonalità.”

“La carta è il supporto che prediligo, perchè è vivo e accoglie e trattiene il colore, ciò che racconto in modo molto diverso dall’olio su tela o da qualsiasi altro materiale. Ho sempre preferito la carta, ma ho sperimentato a lungo, e diversi tipi, prima di confermare la mia preferenza.”

“Se si dovesse rompere il vetro, l’opera sarebbe perduta. Posso valutare di sostituirlo finchè sono in vita, anche se non sarà mai la stessa cosa, ma quando non ci sarò più l’opera andrà persa. Una volta è successo che un collezionista andasse a ritirare un pezzo in galleria, era in scooter e ha rotto la cornice, in quel caso si aggiusta”

Vuoi tutelare le tue opere con Project Marta?

CONTATTACI