• 24 Dicembre 2016
  • Diario di Project Marta

Un dicembre di incontri

Dopo la serie di incontri seguenti agli appuntamenti presi ad Artissima, per Project MARTA dicembre si è rivelato un mese molto pieno di confronti interessanti ed approfondimenti per le future attività.

Guido Curto – valorizzazione del patrimonio

Il 9 dicembre Project Marta ha incontrato Guido Curto, direttore di Palazzo Madama a Torino dal 2016, membro dell’ICOM Italia – International Council of Museums, giornalista per il Giornale dell’Arte, il Sole 24 Ore e la Stampa, critico e curatore di mostre d’arta antica, moderna e contemporanea. Project Marta ha raccontato le linee guida del servizio tecnico e dell’intento didattico e divulgativo del sito internet, raccogliendo il consenso del Dott. Curto, oltre ad interessanti spunti in merito alla presentazione del progetto e alle personalità da coinvolgere per la sua promozione. In attesa di poterlo coinvolgere nel momento di confronto tra professionisti del settore, l’attenzione si è focalizzata sulle modalità di presentazione durante Artefiera e i primi soggetti istituzionali da coinvolgere in veste di collezionisti d’arte contemporanea.

Massimo Sella – assicurazione dell’arte contemporanea

Giovedì 15 dicembre Project Marta ha incontrato Massimo Sella, amministratore delegato di Brosel s.p.a., società di assicurazioni del Gruppo Banca Sella, specializzata in servizi per la valorizzazione e il passaggio generazionale delle collezioni d’arte. Dal confronto tra le rispettive specializzazioni e ambiti di competenza è emerso che sarebbe di interesse per il campo assicurativo una collaborazione con una figura professionale specializzata in conservazione dell’arte contemporanea. Avvalendosi del supporto di legali esperti in diritto dell’arte – Studio Pavesio – e di un perito specializzato in arte contemporanea, l’acquisizione di un nuovo consulente nella figura del servizio Project Marta è di interesse e offre spunti interessanti.

Antonio Rava – restauro del contemporaneo

Venerdì 23 dicembre Project Marta ha raccontato i contenuti e gli sviluppi degli ultimi mesi ad Antonio Rava, restauratore specializzato in interventi su opere d’arte contemporanea, Vice Presidente della sede italiana dell’International Institute for Conservation, docente presso il Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale nonché autore di numerose pubblicazioni sul restauro e la conservazione dell’arte. Avendo seguito le prime fasi del progetto, quando sono state gettate le prime basi nel 2009 sotto forma di tesi di specializzazione, il prof. Rava si è detto soddisfatto delle migliorie e degli intenti di Project Marta, proponendosi come consulente stabile per l’approfondimento e la stesura delle schede relative i materiali e le tecniche dell’arte contemporanea che Project Marta si troverà ad affrontare attraverso le interviste ad artista. In questo modo, Project Marta garantisce l’affidabilità e la completezza – tramite l’esperienza trentennale di un grande professionista del settore – delle schede tecniche prodotte.

Un mese intenso, che non si è fermato ai personaggi elencati, ma ne ha visti coinvolti anche molti altri: tra cui, per esempio, il Presidente della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT, Fulvio Gianaria, il dott. Alvise Chevallard, co-fondatore di Barriera, Associazione no profit nata nel 2007 a opera di un gruppo di appassionati d’arte contemporanea, il prof. Oscar Chiantore, docente di Chimica per il Corso di studi di Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell’Università di Torino, specializzato in materiali per l’arte contemporanea… e tra le varie Gallerie Guido Costa e Alessio Moitre: tante novità in cantiere per il 2017!

Vuoi tutelare le tue opere con Project Marta?

CONTATTACI